Ultima modifica: 25 agosto 2015
Istituto Comprensivo Papa Giovanni XXIII > Prassi e documenti per allievi in difficoltà

Prassi e documenti per allievi in difficoltà

Prassi corrette per indirizzare le famiglie di allievi in difficoltà

al servizio di Neuropsichiatria Infantile di Savigliano

(versione settembre 2015 – annulla la precedente)

1. Comunicazione al Dirigente Scolastico delle osservazioni effettuate sull’alunno dalle insegnanti e, eventualmente, dallo specialista Dott. Rolfo.

2. Incontro preventivo con i genitori per la restituzione delle osservazioni (alla presenza o meno del Dirigente, a seconda delle situazioni).

3. Stesura di una relazione sulla situazione dell’alunno, che specifichi i punti di forza e di debolezza usando modelli diversi a seconda di quanto segue:

SITUAZIONE MODULISTICA DA UTILIZZARE
sospetta difficoltà scolastica NON DSA Scheda di segnalazione per l’individuazione degli alunni in difficoltà (Modello A)
sospetto DSA scuola primaria Scheda di Collaborazione Scuola e famiglia descrittiva delle abilità scolastiche (Modello B)
MODELLO-B-invioDSA-primaria
Filename : modello-b-inviodsa-primaria.doc (156 KB)
Etichetta :

passaggio dalla scuola primaria alla secondaria di primo grado e richiesta rivalutazione Scheda di collaborazione tra istituzioni scolastiche,  istituzioni formative del sistema IEFP  e famiglia, descrittiva delle azioni didattico-pedagogiche e delle abilità scolastiche – allegata al DGR 10/2014 e adottata con delibera del Collegio Docenti del 27 giugno 2014 (Modello C)
MODELLO-C-invioDSA-secondaria
Filename : modello-c-inviodsa-secondaria.doc (190 KB)
Etichetta :

sospetto DSA scuola secondaria
passaggio dalla scuola secondaria di 1° grado alla scuola secondaria di 2° gradoe richiesta rivalutazione

Nota: i modelli sono reperibili sul sito, nell’area DOCUMENTI – MODULISTICA BES

4. Consegna in segreteria, per l’apposizione del numero di protocollo,:

  1. della relazione firmata dagli insegnanti (duplice copia)
  2. dell’eventuale relazione del dott.Rolfo (duplice copia – una copia verrà direttamente trattenuta dalla segreteria)

5. Incontro con i genitori , nel corso del quale si procederà a:

  1. Far firmare ai genitori la  relazione protocollata in duplice copia;
  2. Consegnare  una copia genitori
  3. Consegnare eventualmente una copia della relazione del dott.Rolfo
  4. Far firmare l’autorizzazione a comunicare con l’ASL (Modello D – nuova versione
IMPORTANTE:

–  In questa sede sottolineare con i genitori che, nel caso si avvalgano del servizio pubblico, la relazione deve essere consegnata da loro alla Neuropsichiatria infantile. La scuola non trasmetterà più direttamente le relazioni all’ASL.

– nel caso di genitori separati, le firme sulla relazione e sull’autorizzazione vanno apposte da entrambi.

6. Consegna al dirigente scolastico della seconda copia della relazione, firmata dai genitori ed eventualmente dell’autorizzazione della famiglia. 

MODULISTICA:

MODELLO-A-scheda segnalazione difficoltà-asl
Filename : modello-a-scheda-segnalazione-difficolta-asl.doc (84 KB)
Etichetta :
MODELLO-B-invioDSA-primaria
Filename : modello-b-inviodsa-primaria.doc (156 KB)
Etichetta :
MODELLO-C-invioDSA-secondaria
Filename : modello-c-inviodsa-secondaria.doc (190 KB)
Etichetta :
MODELLO-D-autorizzazione trasmissione NPI-versione2
Filename : modello-d-autorizzazione-trasmissione-npi-versione2.doc (24 KB)
Etichetta :